• PROGETTO EDUCATIVO

    PROGETTO EDUCATIVO A.S. 2018/2019

    “UNA TIRA L'ALTRA...”

    • INSERIMENTO: “L'ORSO DUDU' DIVENTA GRANDE”
    • PROGRAMMAZIONE: “LE 4 STAGIONI: OGNI TEMPO HA IL SUO DONO“
    • I LABORATORI DI INTERSEZIONE
    • LABORATORIO PER I GRANDI
    • IRC (INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA)
    Scarica il http://scuolainfanziaverano.it/wp-content/uploads/2018/10/Programma-educativo-didattico-18-19.docx
  • RELIGIONE CATTOLICA

    IRC - INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA

    Partendo dal presupposto che nella Scuola dell’Infanzia la conoscenza del bambino è veicolata dal gioco e dall’ esperienza diretta anche per quanto riguarda l’educazione religiosa, è opportuno offrire al bambino esperienze concrete. Le nostre insegnanti hanno seguito i corsi proposti dalla Pastorale Scolastica e adottano gli argomenti suggeriti dalla CEI che vertono su tre temi principali:
    • Dio Creatore
    • La figura di Gesù
    • Il ruolo della Chiesa nella vita dei cristiani
    Queste due ultime tematiche coincidono con i momenti significativi della liturgia (Avvento e Quaresima), durante i quali il parroco Don Giovanni viene ogni settimana a trovarci per condurre un momento di preghiera tutti insieme e introdurre i temi trattati. L’educazione religiosa viene proposta al mercoledì mattina attraverso un lavoro per intersezioni, tenendo conto delle esigenze e delle competenze relative alle tre diverse fasce d’età; la suddivisione è in 5 gruppi: Gruppo Nazareth: insegnante MONICA Gruppo Gerusalemme: insegnante CARMEN Gruppo Betlemme: insegnante ELENA Gruppo Cana: insegnante MARINA Gruppo Emmaus: insegnante VERONICA L’insegnamento dell’educazione religiosa ha inizio da ottobre e parte con un’esperienza diretta: l’uscita nel bosco per raccogliere le castagne e osservare i colori, i profumi, le bellezze del Creato. Attraverso giochi individuali e di gruppo si aiutano i bambini a conoscere Dio Padre e Gesù, a formulare pensieri e preghiere di ringraziamento, ad assumere atteggiamenti attenti alla cura del mondo, all’accoglienza e al rispetto. Si conclude con la lettura del brano della Bibbia per ascoltare la Parola di Dio e conoscere la vita di Gesù. Oltre al momento dedicato all’insegnamento della religione, essendo la nostra scuola cattolica, sono previsti quotidianamente dei momenti di preghiera (culto):
    • In sezione, dove il bambino viene stimolato ad esprimere una preghiera spontanea di ringraziamento, di aiuto, di promessa personale; memorizzare le preghiere e i canti tradizionali.
    • In sala da pranzo, per ringraziare del cibo ricevuto.
  • LINGUA INGLESE
    La Nostra Scuola ogni anno propone per le fasce d’età dei grandi e dei mezzani l’opportunità di aderire ad un corso di lingua inglese, il cui costo varia a seconda del numero degli iscritti. Per l’insegnamento si avvale da quest'anno della collaborazione di una risorsa interna: l'insegnante Erica Spicci, laureata in Scienze della Comunicazione linguistica e culturale. Attraverso una metodologia ludica e lo strumento della musica, teacher Erica accompagnerà i bambini divisi in piccoli gruppi all'approccio della lingua inglese. Il programma si svolgerà da ottobre a maggio con un appuntamento di un'ora circa alla settimana. Il mercoledì pomeriggio per i gruppi dei grandi e il venerdì pomeriggio per quelli dei mezzani.
  • EDUCAZIONE MOTORIA
    “L’esperienza motoria è la base del rapporto che si crea e che si sviluppa fin dalla nascita con la realtà vitale. È l’ambito dal quale si sviluppano le capacità intellettive e relazionali. Concorre alla strutturazione della personalità e, se adeguatamente progettata e proposta in relazione ai processi di sviluppo, incide positivamente sulle potenzialità dell’individuo”. (CRES) La Nostra Scuola offre a tutti i bambini iscritti la possibilità di partecipare al Laboratorio di Educazione Psicomotoria proposto durante l’orario scolastico e gestito da professionisti del Centro Scienze Motorie CRES di Biassono, che promuove l’attività motoria ai fini formativi, ricreativi e di promozione della salute. Il C.S.M. CRES  è una società sportiva dilettantistica affiliata all’Ente Nazionale di Promozione Sportiva CSI e iscritta al Registro Coni. Collabora con le istituzione scolastiche mediante l’intervento nelle attività curriculari, con funzione di programmazione, organizzazione, conduzione dell’attività didattica e supervisione in rapporto ai docenti. Collabora con l’Università degli Studi di Milano nella formazione dei laureandi, presso la Facoltà di Scienze Motorie. Si rapporta sul territorio con altre Associazioni e Enti per lo sviluppo di una cultura dell’attività fisica quale condizione di salute. Il coordinatore è Tiziano Angelo Pellegrino da venticinque anni impegnato nella formazione attraverso il movimento in età prescolare. IL LABORATORIO: Il presupposto sul quale si basa il laboratorio e la relazione che si instaura tra insegnante e bambini è il divertimento. È una promessa implicita ma fondamentale per la riuscita del lavoro, condizione necessaria per poter raggiungere gli obiettivi tecnici prefissi. Gli obiettivi generali:
    1. Sperimentare tutti gli Schemi Motori di Base
    2. Stimolare lo sviluppo delle Funzioni Percettive attraverso l’attività di movimento:
    • Sviluppo dello Schema Corporeo
    • Sviluppo della Strutturazione Spaziale
    • Sviluppo della Strutturazione Temporale
    1. Stimolare lo sviluppo dei Comportamenti Strategici
    2. Sviluppo dei Meccanismi Prerequisiti agli Apprendimenti Formali:
    • Stimolazione dell’Analisi Visiva
    • Stimolazione della Memoria Visiva
    • Stimolazione dell’Analisi e della Discriminazione Uditiva
    • Stimolazione della Memoria Uditiva
    • Stimolazione dell’Integrazione Visivo-Uditiva
    • Stimolazione delle Operazioni Logico-Matematiche
    Tempi di svolgimento: Il laboratorio di Educazione Psicomotoria si svolge una volta a settimana e prevede una modalità di lavoro per fasce d’età. Ogni fascia viene suddivisa in due gruppi, ciascuno dei quali parteciperà al laboratorio per la durata di un’ora. GRUPPI PICCOLI (insegnante Paolo Rovelli) Coccinelle-Passerotti:  venerdì mattina, 9.30 – 10.30 Scoiattoli-Orsetti: venerdì mattina, 10.30 – 11.30 GRUPPO MEZZANI (insegnante Paolo Rovelli) Coccinelle-Passerotti: lunedì pomeriggio, 13.30 – 14.30 Scoiattoli-Orsetti: lunedì pomeriggio, 14.30 – 15.30 GRUPPO GRANDI Coccinelle-Passerotti: venerdì pomeriggio, 13.30 – 14.30 Scoiattoli-Orsetti: venerdì pomeriggio, 14.30 – 15.30 Costi: Essendo un’attività extra-curriculare gestita da personale esterno alla scuola, il Laboratorio di Educazione Psicomotoria ha un costo aggiuntivo alla retta mensile che equivale a € 60,00 annui. La partecipazione è comunque facoltativa e viene richiesta l’adesione durante il mese di settembre, attraverso una brochure del CRES contenente anche il modulo di iscrizione che viene consegnata dalla scuola. Alla fine dell'anno verrà rilasciata una medaglia di merito per il raggiungimento degli obiettivi.
  • LABORATORI

    I LABORATORI DI INTERSEZIONE

    La metodologia delle intersezioni è una mirata considerazione per ciascun gruppo d’età con l’intento di promuovere lo sviluppo delle peculiari abilità di piccoli, mezzani e grandi, dedicando a ciascuno di loro la necessaria attenzione attraverso un approfondimento specifico delle loro conoscenze, competenze ed esperienze inerenti la programmazione e gli obiettivi formativi prefissati. Il laboratorio intersezione, per i bambini diventa:
    • Occasione di entrare in relazione con differenti stili educativi, ritrovando comunque una continuità di intenti e di proposte.
    • Strumento prezioso per abituare, soprattutto i grandi, ad interagire con personalità, modi di fare, sensibilità differenti degli adulti educatori; abitudine che dovranno consolidare nel corso del loro cammino scolastico.
    • Veicolo importante per aiutarli a d osservare ogni argomento da punti di vista diversi.
    • Possibilità di approfondire quel senso di appartenenza così indispensabile per garantire una partecipazione attiva e serena alla quotidianità scolastica, in un ambiente conosciuto che appartiene a tutti.
    • Momento di confronto, di relazione, di scambio e di crescita con il proprio gruppo di pari.
    Questo progetto laboratoriale vede coinvolte le 7 insegnanti che proporranno ciascuna un argomento differente che vedrà impegnato ogni gruppo per 3 incontri. Attraverso un’organizzazione che prevede una turnazione ogni tre incontri tutti i bambini potranno approcciarsi ad ogni attività proposta. Le attività, pur mantenendo lo stesso oggetto educativo-didattico, si differenzieranno nella proposta formativa essendo calibrate sugli obiettivi delle tre fasce d’età. I bambini sono divisi per gruppi di fasce d’età (2 gruppi dei grandi, 3 gruppi dei mezzani, 2 gruppi dei piccoli). CARMEN: Laboratorio di manipolazione ELENA:Laboratorio logico-matematico ERICA:Laboratorio di musica MARINA:Laboratorio d’arte MONICA: Laboratorio delle storie NATALINA:Laboratorio corporeo VERONICA:Laboratorio espressivo L’intersezione si terrà una volta a settimana al martedì mattina.

    LABORATORIO PER I GRANDI

    Da qualche anno, le insegnanti di compresenza, Veronica e Monica, programmano e attivano un laboratorio specifico per i grandi. Ogni volta con tematiche diverse, basate sulle reali esigenze dei bambini presenti, con attività volte ad esercitare e rafforzare le varie competenze cognitive, sociali, relazionali, linguistiche ed emotive, proprie dei bambini di questa fascia d’età. Lo scopo è di sostenerli ed accompagnarli nel delicato passaggio alla scuola primaria. Il laboratorio segue una modalità prevalentemente ludica ed esperienziale. Il filo conduttore delle attività proposte è infatti il gioco, in questa fase di sviluppo risorsa privilegiata di apprendimento nonché di relazione. Il bambino potrà così:
    • Rapportarsi alla realtà trasformandola secondo le sue esigenze interiori.
    • Realizzare le proprie potenzialità, mettendo in campo le personali capacità.
    • Rivelarsi a se stesso e agli altri, sperimentandosi in una molteplicità di aspetti, di desideri e di funzioni.
    • Esprimere il proprio vissuto emotivo.
    • Sviluppare la propria autonomia di pensiero e azione.
    Come premessa, grazie al fatto che si lavora in piccolo gruppo di sezione o di intersezione, l’attenzione è particolarmente rivolta a come in bambini riescono a rispettare alcune regole ed attuare determinati comportamenti:
    • Rispetto dell’alternanza dei turni durante lo scambio verbale, spiegando ai bambini che è necessario sapersi ascoltare e non parlare tutti insieme.
    • Mantenere un atteggiamento “composto” perché ciò aiuta l’attenzione e l’apprendimento.
    • Guardare il viso dell’insegnante e del compagno durante la conversazione.
    Una prerogativa dei laboratori, basato sul loro scopo di essere preparatori alla scuola primaria, è la richiesta di collaborazione dei genitori, fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi preposti. A tal proposito ai bambini verranno assegnati dei “compiti” da svolgere insieme alla famiglia, volti ad aiutarli a condividere quanto fatto durante gli incontri laboratoriali settimanali ed a trascorrere insieme a mamma e papà del prezioso tempo “ludico” di qualità. Il compito è inoltre basilare al lavoro previsto per l’incontro successivo del laboratorio. Il laboratorio dei grandi parte per quest'anno dalla metà di ottobre, nella mattina di lunedì: LUNEDÌ MATTINA Gruppo Eugenia 9.30-10.20 Gruppo GianGrosso 10.30-11,20 Per quest’anno scolastico si è deciso di lavorare nella prima parte dell’anno attraverso una modalità molto ludica, per mantenere vivo l’interesse dei bambini e per veicolare attraverso il gioco la conquista di pre-requisiti quali: rispetto delle regole; attenzione e ascolto; collaborazione; coraggio; problem-solving; competenza logico-matematica; competenza linguistica; senso di responsabilità; rispetto dei turni e dei tempi. Durante la seconda parte dell’anno tale obiettivi verranno incentivati con attività più pratiche .